Editoriale, Gennaio 2005.

Se molta tristezza portano le notizie del maremoto nel Sud-Est Asiatico, ancora più tristezza porta leggere su giornali di ogni tipo, anche prestigiosi, discettazioni su fato e maligno, su volontà divina e impotenza umana di fronte ad "una-natura-che-ogni-tanto-si-prende-una-rivincita".
Ma dove siamo? Nel Medioevo? Peggio: siamo nella preistoria dell’umanità, come diceva quel tale…quell’Engels circa centocinquanta anni fa.
Bene, lasciamo a prezzolati editorialisti, preti televisivi, politicanti e ambientalisti di ogni mena la fatica di districarsi nelle loro contraddizioni e torniamo alle nostre faccenduole Citronesche.

Dopo i fasti degli ultimi due anni, il nostro sodalizio naviga ormai in acque sicure e il 2005 sarà un anno all’insegna della regolarità.
Inizieremo in Aprile con il consueto appuntamento di Monselice per il raduno CX, manifestazione durante la quale verrà presentato il numero 6 della nostra rivista SpaCXzio, in realtà il settimo di una serie iniziata nell’ormai lontano 2002 con il numero zero.
Qualche anticipazione? Sicuramente leggerete un bel pezzo sul recupero di una rara GSX3 e un articolo sui giocattoli Citroen da parte di due nuovi collaboratori...

Per questo mese è tutto…a seguire un’immagine scattata il 1 gennaio 2005 alle ore 00:20 che mi vede in compagnia di due tra i miei amici più cari, quello alla mia destra è un personaggio piuttosto conosciuto nel nostro ambiente: trattasi di Carlo Ottone, tesoriere del R.I.A.S.C. nonché  referente maximo del Club GS-GSA Italia, quello alla mia sinistra è il musicista DECA acquirente, udite udite, di una Axel nuova nel 1985!!



Dodici mesi senza respiro a tutti dal vostro
Webmaster


Vai all'editoriale del mese corrente